Le disposizioni in materia di semplificazioni, fra le altre cose, riguardano anche la scadenza di validità dei documenti d’identità e di riconoscimento.

Anche la patente di guida rientra nel novero dei documenti di riconoscimento e pur essendo soggetta ad una normativa di carattere speciale (disciplinata all’articolo 126 del Codice della Strada e conforme per modello e disciplina a disposizioni comunitarie armonizzate), anche ad essa si applicano le recenti disposizioni previste sul rinnovo:  la sua scadenza sarà coincidente con la data di nascita del titolare, scadenza che sarà sempre indicata sul documento stesso.

Non sono previsti perciò rinnovi o estensioni automatiche: la scadenza dovrà essere riportata sui tagliandi di rinnovo.

La circolare della Presidenza del consiglio dei ministri n. 7 del 20 luglio 2012 ha infatti “corretto”  l’interpretazione restrittiva del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che con precedente circolare n. 6193 del 5 marzo 2012 aveva escluso la patente di guida dall’ambito di applicazione delle novità che avevano introdotto l’estensieon di validità.

Anche la patente di guida, come gli altri documenti di identità e riconoscimento rilasciati o rinnovati dopo l’entrata in vigore del decreto (10 febbraio 2012) avranno validità fino alla data corrispondente al giorno e al mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza prevista per il documento.

Solo per la patente si applica però una disciplina specifica, infatti la patente deve:

  • avere una durata ordinaria
  • essere di categorie AM, A1, A, B1, B e BE
  • essere stata rilasciata o rinnovata dopo il 10 febbraio 2012 (entrata in vigore del DL “semplificazioni”) e dopo l’allineamento tecnico degli uffici alla nuova interpretazione, che non sarà automatico.

Esempi:

• scadenza documento: 22 giugno 2015
• giorno e mese di nascita: 12 novembre
► validità documento prorogata fino al 12 novembre 2015

• scadenza documento: 15 luglio 2015
• giorno e mese di nascita: 25 febbraio
► validità documento prorogata fino al 25 febbraio 2016


Riferimenti Normativi:

  • Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio 2012“Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo” –  art.7